domenica 31 dicembre 2017

Ciao 2017

31 dicembre 2017 :  Il countdown , verso l'anno che verrà , è ufficialmente cominciato , i preparativi fervono e l'aria profuma di festa . Io mi abbandono a una delle mie ricette preferite, ispirata da un vecchio numero della Cucina Italiana , e vi auguro un 2018 indimenticabile .
Che sia sfavillante , emozionante e ricco di soddisfazioni . Che sia semplicemente tutto quello che stavate aspettando .



Petto d'anatra in doppia marinatura 

con insalatina di lamponi

e riduzione al vino rosso , arancia e melagrana





















Ingredienti per 4 persone

1 PETTO D ' ANATRA PRIVATO DELLA PELLE ( circa 800 G )
400 ML VINO ROSSO
250 ML SUCCO DI MELAGRANA ( circa 2 melagrane )
250 ML SUCCO D'ARANCIA ( circa 3 arance )
2 SCALOGNI
1 ARANCIA BIO
4 BACCHE DI GINEPRO
4 CHIORI DI GAROFANO
2 FOGLIE ALLORO
1 SPICCHIO AGLIO
1 FETTINA DI ZENZERO
1 RAMETTO DI ROSMARINO , SALVIA E TIMO
NOCE MOSCATA
SALE AFFUMICATO
ZUCCHERO DI CANNA
ZUCCHERO SEMOLATO

MISTICANZA 
1 VASCHETTA DI LAMPONI
1 CIPOLLOTTO ROSSO
SALE
OLIO EVO


Riunire in una ciotola 4 cucchiai rasi di sale affumicato e 2 di zucchero di canna, aggiungere gli aromi , tritati con l'aglio e qualche scorzetta d'arancia , e una spolverata di noce moscata . Massaggiare il petto d'anatra con il mix preparato, ricoprendolo bere , e adagiarlo in una pirofila. Coprire e passare per almeno 4 ore in frigorifero.






Trascorso il tempo di marinatura, ripulire bene la carne con un panno umido .
In una casseruola a bordi alti , versare il vino, il succo di arancia e melagrana filtrati e 400 ml di acqua. Profumare con gli scalogni, due fette d'arancia , le bacche di ginepro, i chiodi di garofano e lo zenzero e portare lentamente a bollore. Lasciare sobbollire per circa 15' , poi immergere completamente il petto , spegnere il fuoco, coprire e lasciare in infusione per 1h .
Scolare il petto e posizionarlo su un tagliere .
Prelevare 5 - 6 mestoli del liquido di cottura, filtrarlo e trasferirlo in un pentolino con 2 - 3 cucchiai di zucchero . Ridurlo a fuoco basso, finché non avrà assunto una consistenza sciropposa ( circa 20' ).
Lavare e asciugare la misticanza e riunirla in una terrina con i lamponi, il cipollotto tritato e un pizzico di sale .
Affettare la carne, allinearla su un piatto e unire l'insalatina preparata . Irrorare con filo d'olio e servire con la riduzione .

domenica 24 dicembre 2017

La magia del cioccolato

Dopo giorni convulsi  e un po' caotici , di corse frenetiche, preparativi e liste che parevano triplicarsi , l'incanto del Natale è scivolato lieve fin qui.
Finalmente, l'atmosfera luccica, i sogni ricamano fili dorati nel cielo e i piccoli rituali si rinnovano. Come scartare il cioccolato più buono che ci sia e  fonderlo piano sul fuoco, mentre il profumo di arancia ,  cannella e caffè riempie la casa . Ché per noi , senza un pizzico di questa magia , non sarebbe la festa speciale di sempre .


Buon Natale
 che siano solo preziosi istanti da godere 
e ottimo cibo da gustare .




Mini cremosi al cioccolato e caffè

con biscotto di frolla e salsa di cachi























Ingredienti per 7 cremosi

200 G CIOCCOLATO FONDENTE
100 ML CAFFE' ( 1 moka da uno )
150 GR PANNA FRESCA
50 GR ZUCCHERO
4 G COLLA DI PESCE

Per i biscotti
50 GR FARINA MACINATA A PIETRA PER DOLCI
50 GR BURRO
50 GR ZUCCHERO
50 GR FRUTTA SECCA ( MANDORLE E NOCCIOLE )
5 GR CACAO AMARO IN POLVERE
1 ARANCIA BIO
1 TUORLO
CANNELLA

Per la salsa
1,5 CACHI MELA
2 CUCCH . INI ZUCCHERO
LIMONE

1 CACO MELA
CIOCCOLATO FONDENTE
MENTA FRESCA

Ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda .
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con lo zucchero , mescolare e versare il caffè . Unire la colla di pesce,  ben strizzata, amalgamandola con cura, quindi lasciare raffreddare.
Montare la panna ben fredda  e aggiungerla gradualmente alla crema, mescolando dal basso verso l'alto, per non smontarla.
Distribuire il composto in 7 stampini in silicone da mini savarin e passarli in frigorifero per circa 6 ore  a rassodare e almeno un'ora in freezer prima di sformali, per agevolare l'operazione.
Per i biscotti .
Frullare le mandorle e le nocciole fino a ridurle in polvere finissima, quindi unirle alla farina , setacciata con il cacao e una punta di cannella.
Nella ciotola della planetaria amalgamare bene il burro freddo a cubetti con lo zucchero e un pizzico di sale . Unire il tuorlo e , non appena sarà incorporato , aggiungere il mix preparato e mezzo cucchiaino di scorzetta d'arancia . Lavorare velocemente tutti gli ingredienti fino ad avere un composto morbido e omogeneo, formare una palla, avvolgerla con la pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per qualche ora .
Su un piano leggermente infarinato, stendere delicatamente la pasta con il mattarello , allo spessore di 5 mm , e ritagliare i biscotti con uno stampino tondo di 6 cm di diametro ( ne verranno circa 9 ) . Allinearli in una teglia , foderata di carta forno , avendo cura di tenerli ben distanziati, perché in cottura si allargheranno di circa 1 cm . Infornarli a 170 ° per 15' e lasciarli raffreddare .
Per la salsa : sbucciare i cachi e frullarli con una spruzzata di succo di limone e lo zucchero, quindi trasferirla in una ciotolina.
Sbriciolare grossolanamente i biscotti rimasti e mescolarli con il cioccolato, ridotto a scagliette .
Sformare i mini savarin sopra i biscotti , distribuirli nei singoli piatti e riempirli al centro con un cucchiaino di salsa di cachi .
Completare con un po' di salsa , la granella preparata, qualche fettina di caco e le foglioline di menta .










Partecipo al Contest  "La magia del Natale in cucina" 







venerdì 8 dicembre 2017

Metti una pasta a cena

In un venerdì di festa , che profuma già di Natale , basta poco più di mezz'ora per preparare una delle paste più buone di sempre , stappare un ottimo vino e godersi un pizzico di magia .

Buona festa dell'Immacolata



Mezzi paccheri con crema di broccoli e burrata
pomodorini secchi e pinoli




















Ingredienti per 4 persone


320 G MEZZI PACCHERI
400 G CIMETTE DI BROCCOLO
200 G BURRATA
15 POMODORI SECCHI
2 CUCCH . PINOLI
2 SPICCHIO D'AGLIO
1 PEPERONCINO
PECORINO STAGIONATO
SALE
OLIO EVO


Lavare le cimette di broccolo e sbollentarle in acqua salata bollente per 6' - 7'. Scolarle e passarle velocemente in acqua e ghiaccio , per fermare la cottura e mantenere vivo il colore.
Trasferirle in un'ampia padella con un giro d'olio e l'aglio schiacciato, salarle leggermente e cuocerle per pochi minuti . Conservare qualche cimetta per decorare, e versare le altre nel mixer con la burrata e 80 g di pecorino , quindi frullare il tutto fino ad avere una crema liscia.
Nella stessa padella di cottura dei broccoli, fare insaporire un filo d'olio con l'aglio rimasto e il peperoncino, unire i pomodorini, tagliati a listarelle, e i pinoli e cuocere per una decina di minuti circa, mescolando. Spegnere il fuoco, eliminare l'aglio e aggiungere le cimette , tenute da parte .
Lessare la pasta e scolarla al dente, conservando un mestolino della sua acqua. Condirla con la crema preparata, diluendo se serve con un po' d'acqua, amalgamare con cura e completare con il sugo di  pomodorini .



Partecipo al contest 2018 al km 0 organizzato da Simona del blog Batuffolando , Consu del blog I biscotti della zia e Carla del blog  Un'albanella di basilico







venerdì 1 dicembre 2017

A proposito di zucca

Quando fuori fa un freddo che congela anche i pensieri, c'è chi abbraccia tazze fumanti, chi sforna torte corroboranti e chi, come me, si scioglie di piacere, al primo sentore di zucca . Specie se si tratta di un budino salato , cremoso e speziato , dall'insolito accostamento. Ché Natale si avvicina e bisogna lasciarsi ispirare .

Buon fine settimana 




Sformatini di zucca e yogurt

con pere , noci e

crema di stracchino






















Ingredienti per 8 sformatini


650 G ZUCCA GIÀ PULITA
150 G YOGURT BIANCO TIPO GRECO
120 ML PANNA FRESCA
100 G PARMIGIANO REGGIANO
3 UOVA
1 RAMETTO DI SALVIA
1/2 CIPOLLA DOLCE
NOCE MOSCATA
CURCUMA
SALE
OLIO EVO

Per la crema
200 G STRACCHINO
80 ML LATTE
PARMIGIANO
NOCE MOSCATA
SALE

2 - 3 PERE
1/2 LIMONE
NOCI PECAN
ERBA CIPOLLINA


Tritare la cipolla e farla leggermente appassire in una casseruola con un filo d'olio e la salvia. Unire la zucca a cubetti, mescolare e lasciare insaporire per qualche minuto. Salare,  cospargere con mezzo cucchiaino di curcuma e abbondante noce moscata, coprire e cuocere a fuoco dolce per circa 40', mescolando ogni tanto, finché la zucca non si sarà quasi disfatta. Asciugare bene il fondo di cottura, spegnere, eliminare la salvia e lasciare intiepidire.
Raccogliere nel mixer le uova, lo yogurt , il parmigiano e la zucca e frullare il tutto fino ad avere una crema liscia .
Imburrare e cospargere con un velo di pangrattato 8 stampini monoporzione ( in silicone o alluminio ) e riempirli con l'impasto, fino a 3/4. Trasferire gli sformatini in una teglia , con due dita d'acqua, infornarli a 170 ° e cuocerli a bagnomaria per circa 30', finché non saranno sodi. Estrarli dal forno e lasciarli leggermente intiepidire , prima di sformarli.
Per la crema : scaldare il latte in un pentolino, unire il formaggio a tocchetti e fonderlo a fuoco basso, sempre mescolando con una frusta, fino ad avere una crema liscia e non troppo densa . Salarla leggermente, profumarla con un pizzico di noce moscata e lasciarla intiepidire .
Sbucciare le pere , detorsolarle e tagliarle a cubetti. Trasferirle in una terrina, spruzzarle con il succo di limone e cospargerle con l'erba cipollina tagliuzzata e una manciata di noci grossolanamente tritare.
Sformare i flan nei singoli piatto e completare con un po' di fonduta e un cucchiaio di composto di pere e noci.







Partecipo al MEAT FREE CONTEST ideato da Una mamma che cucina e ospitato nei mesi di novembre e dicembre dal blog Dolce Forno